Misticismo e Spiritualità | Road to Santiago
Crea sito
Ago 3, 2016 - Riflessioni    2 Comments

Misticismo e Spiritualità

misticismo e spiritualità il cammino di santiago

Considerazioni sull’aspetto spirituale

Questa parte mi risulta essere un preambolo doveroso, sia per chi mi conosce, sia per chi crede di conoscermi. Non mi definisco un religioso, semmai il suo esatto opposto. Non credo che la mia vita abbia avuto un andamento esemplare e lineare, piuttosto il contrario. Sono probabilmente il peggior cristiano che esista al mondo. Eppure eccomi qui a fare cio’ che normalmente viene associato ad uno stile di vita liturgico. Mentre invece direi che lo spirito con cui inizio questo viaggio e quello di una specie di Indiana Jones, senza il cappello e senza la frusta,  esplorando a fondo il nord della Spagna che al momento non risulta ancora nel mio vissuto,desideroso di scoprire nuovi orizzonti e terre incognite, ma sopratutto nuove fighe.

Qualche settimana fà venivo colpito da un post su Facebook dove veniva raccontata la commovente storia di una ragazzo che partiva verso il Tibet per ritrovare sè stesso ma dopo 800 Km scopriva di essere un coglione.

In questa sua nuova dimensione, diventava virale su Facebook. Il problema non è tanto essere un coglione: il problema è esserlo e non saperlo. Questo è lo spirito. Trovare la propria identità. Non importa infatti se ognuno di noi crede di essere cio’ che non è, o si finga tale: è essere consapevoli della propria natura la chiave della Vera Forza. Questo spiega il motivo per cui non possiamo giudicare i pesci dalla loro abilità di arrampicarsi sugli alberi, cosi’ come non possiamo giudicare gli alberi per la loro abilità negli scacchi. Ognuno di noi ha un ruolo, legato alla propria identità e alla propria natura. Non possiamo rimpiangere continuamente quello che non siamo, dobbiamo piuttosto scoprire quali sono le nostre qualità e valorizzarle. Cosi’ come un atleta paraplegico, anzichè piangersi addosso, decide di sfidare le olimpiadi, per vincerle o per vincersi. A spaventarmi non sono tanto gli 800Km a piedi, quanto il non aver vissuto a pieno la mia vita. Probabilmente non non lo sapro’ ripetendo cio’ che ho sempre fatto, ma certamente l’ho vissuta piu’ di molte persone che trovero’ sul cammino.

2 Comments

  • Mi ha colpito vedendo la scelta del nome Supertramp. Io l ho coniata dal film into the waild. Io l ho fatto il cammino francese due anni fa, ora sono in esplorazione in sud America Ecuador.
    Che dire Buon cammino pellegrino. Ps: per me dovresti arrivare a Finisterre .

  • Buona Ricerca di Te Stesso, come lo scriverebbe la Scuppa 🙂


Segui il mio Cammino.

Clicca sul tasto MI PIACE per restare aggiornato su tutte le novità del Cammino di Satiago, vedere vedere fotografie mozzafiato, conoscere tutte le curiosità e la storia del Cammino. Diventa anche tu un Peregrino. Buen Camino! Grazie.